Pages Navigation Menu

L’assemblea approva il bilancio 2012 e un dividendo pari a Euro 0,055 p.a., rinnova gli organi sociali e conferma Stefano Neri alla presidenza

TERNIENERGIA: l’assemblea approva il bilancio 2012 e un dividendo pari a Euro 0,055 p.a., rinnova gli organi sociali e conferma Stefano Neri alla presidenza

 

  • Utile di esercizio consolidato a Euro 6,9 milioni
  • Approvata la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,055 p.a.
  • Approvata la Prima Sezione della Relazione sulla remunerazione prevista dall’art. 123-ter del TUF
  • “Quote rosa”: significativa presenza femminile in CdA e nel Collegio Sindacale

 

 

Terni, 29 Aprile 2013

L’assemblea degli azionisti di TerniEnergia, società attiva nei settori dell’energia da fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica e del waste management, quotata sul segmento Star di Borsa Italiana, riunitasi in data odierna sotto la presidenza di Stefano Neri, ha esaminato e approvato all’unanimità il progetto di bilancio e preso atto della presentazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2012.

 

Risultati del gruppo TerniEnergia

I Ricavi netti consolidati ammontano a Euro 65,4 milioni (Euro 169,8 milioni al 31 dicembre 2011) con una variazione attribuibile principalmente al mutato contesto normativo italiano, nonché alla scelta di non fornire i pannelli fotovoltaici per i nuovi impianti realizzati per conto terzi. Dall’inizio dell’attività al 31 Dicembre 2012 il Gruppo ha realizzato 266 impianti fotovoltaici per una potenza cumulata pari a 248,5 MWp (di cui 9,1 MWp di proprietà al 100% della società e 61,1 MWp destinati alle joint venture per l’attività di Power Generation). Con effetto al 31 dicembre 2012, è stata completata la vendita da parte di TerniEnergia a EDF EN Italia della quota pari al 50% del capitale sociale della joint venture Energie Srl, proprietaria di 13 impianti fotovoltaici di taglia industriale per complessivi 16,5 MWp. La produzione complessiva di energia degli impianti di proprietà al 100% della società e di quelli in joint venture per l’attività di power generation è stata pari per l’intero anno2012 a circa 90 milioni di kWh. TerniEnergia, inoltre, ha collegato alla rete gli impianti di recupero energetico da biomasse e rifiuti di Nera Montoro (biodigestore GreenAsm in joint venture con AsmTerni S.p.A.) e Borgosesia (pirogassificatore alimentato a legno vergine) per complessivi 1,5 MWe e 2MWt.

Il margine operativo lordo(EBITDA) è pari a Euro10,7 milioni rispetto a Euro 15,2 milioni registrati al 31 dicembre 2011. L’Ebitda Margin è pari al 16,32%, in crescita del 82% rispetto al corrispondente periodo del 2011 (8,97%).

Il risultato operativo (EBIT) risulta pari a Euro 5,9 milioni (Euro 13,1 milioni al 31 dicembre 2011) dopo ammortamenti pari a Euro 2,1 milioni, svalutazioni e accantonamenti pari a Euro 2,7 milioni.

L’Utile netto di periodo ammonta a Euro 6,9 milioni, (Euro 9 milioni al 31 dicembre 2011) e include la quota di risultato dall’attività delle JV pari a Euro 3,2 milioni, in crescita del 36,8% rispetto al 31 dicembre 2011.

La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 62,3 milioni (Euro 58,2 milioni al 30/09/2012).La Posizione Finanziaria netta non corrente è pari a Euro 28,2 milioni, mentrela Posizione Finanziaria Netta a breve è pari a Euro 34,2 milioni. Il rapporto PFN a breve/Patrimonio Netto, pari a 0,7x, si mantiene ampiamente al di sotto dell’unità, e il rapporto PFN a breve/Capitale Circolante Netto è pari a 1,0x in un’area di piena sicurezza.

Il Patrimonio Netto cresce del 51% in conseguenza della fusione con TerniGreen e ammonta a Euro 48,8 milioni (Euro 32,3 milioni al 31 dicembre 2011). Il valore del Patrimonio netto, non considerando l’effetto dei derivati, ammonterebbe a Euro 53,3 milioni.

 

Risultati TerniEnergia S.p.A. al 31 Dicembre 2012

I ricavi netti si attestano a Euro 38,9 milioni (Euro 197,8 milioni al 31/12/2011). Il margine operativo lordo (EBITDA) è pari a Euro 3,6 milioni (Euro 16,5 milioni al 31/12/2011). Il risultato netto è pari a Euro 1,2 milioni (Euro 7,9 milioni al 31/12/2011).

 

Dividendo

L’Assemblea degli Azionisti ha altresì approvato la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,055 per azione ordinaria al lordo delle ritenute di legge. Il dividendo sarà posto in pagamento in data 30 Maggio 2013 con stacco della cedola N.4 in data 27 Maggio 2013.

Relazione sulla Remunerazione ex art. 123-ter D. Lgs. 58/98

L’Assemblea ha approvato la Relazione sulla remunerazione degli Amministratori e dei Dirigenti con responsabilità strategiche prevista dall’art. 123-ter del D. Lgs. 58/98.

 

Rinnovo degli organi sociali

L’Assemblea degli Azionisti ha, inoltre, assunto le seguenti deliberazioni:

a)         ha fissato in 7 il numero degli Amministratori e ha nominato il Consiglio di Amministrazione per 3 esercizi, ovvero fino alla data dell’Assemblea che sarà convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2015, nelle persone di:

–  Stefano Neri, Presidente e Amministratore Delegato;

–  Paolo Ricci, Amministratore;

–  Fabrizio Venturi, Amministratore;

–  Monica Federici, Amministratore;

–  Domenico De Marinis, Amministratore Indipendente*;

–  Paolo Migliavacca, Amministratore Indipendente*;

–  Mario Mauro Molteni, Amministratore Indipendente*;

b)         ha nominato il Collegio Sindacale per 3 esercizi, ovvero fino alla data dell’Assemblea che sarà convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2015, nelle persone di:

–  Ernesto Santaniello, Presidente;

–  Vittorio Pellegrini, Sindaco Effettivo;

–  Simonetta Magni, Sindaco Effettivo;

–  Marco Chieruzzi, Sindaco Supplente;

–  Marco Rosatelli, Sindaco Supplente.

L’Assemblea degli Azionisti ha nominato il Consiglio di Amministrazione e il Collegio Sindacale traendone i componenti dalla lista presentata dall’azionista di maggioranza T.E.R.N.I. Research S.p.A., rappresentante una quota pari al 56,07% del capitale sociale di TerniEnergia S.p.A..

La presenza del genere femminile in Consiglio di Amministrazione e nel Collegio Sindacale risponde pienamente ai criteri introdotti dalla normativa vigente in materia di equilibrio fra i generi.

Sono stati definiti i compensi annuali lordi spettanti al Consiglio di Amministrazione (Euro 450.000, oltre a un compenso variabile pari al 15% della retribuzione, se il risultato operativo al termine dell’esercizio è superiore di almeno il 5% dell’Ebitda previsto dal Piano industriale approvato, e al rimborso delle spese sostenute in ragione dell’incarico) e al Collegio Sindacale (Euro 70.000, oltre al rimborso delle spese sostenute in ragione dell’incarico).

 

* Il candidato ha dichiarato di possedere i requisiti d’indipendenza previsti dall’articolo 148, comma 3 del D. Lgs. 58/98 e dal Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A.. Al riguardo si precisa che gli Amministratori Domenico De Marinis, Paolo Migliavacca e Mario Mauro Molteni hanno reso disponibili le rispettive dichiarazioni attestanti il possesso dei requisiti di indipendenza di cui ai citati articoli (dichiarazioni che saranno conservate agli atti della società).

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Paolo Allegretti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.