Pages Navigation Menu

TerniEnergia propone l’aumento di capitale sociale a sostegno del consolidamento e della crescita industriale e delibera la richiesta per il passaggio al segmento Star di Borsa Italiana

TerniEnergia propone l’aumento di capitale sociale a sostegno del consolidamento e della crescita industriale e delibera la richiesta per il passaggio al segmento Star di Borsa Italiana

• Approvazione da parte del CdA del progetto finalizzato all’aumento di capitale sociale, a pagamento e in via scindibile, con l’esclusione del diritto di opzione
• Convocazione dell’Assemblea straordinaria per l’approvazione dell’aumento di capitale
• Richiesta del passaggio al segmento STAR del mercato MTA di Borsa Italiana
• Considerati superati gli obiettivi del piano industriale presentato a novembre 2009 per le favorevoli condizioni del mercato fotovoltaico

Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia S.p.A., società operante nel settore delle energie da fonti rinnovabili, riunitosi oggi, ha deliberato di sottoporre all’Assemblea straordinaria la proposta di aumento del capitale sociale della Società, in una o più soluzioni, a pagamento, in forma scindibile, per un importo nominale massimo di Euro 60.000.000,00, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, quinto comma, codice civile. L’aumento del capitale sociale è da effettuarsi entro il 31 luglio 2011, ad un prezzo determinato attraverso i meccanismi propri della c.d. attività di bookbuilding d’intesa con il Global Coordinator, tenendo conto, anche ai sensi dell’art. 2441, comma sesto, del Codice Civile, del prezzo del titolo in prossimità del collocamento, delle quantità e qualità della domanda espressa nell’ambito del collocamento privato, dell’andamento dei mercati nazionali ed internazionali in prossimità del collocamento e delle indicazioni ricevute dal Global Coordinator, il tutto comunque nei limiti previsti dalla normativa vigente, e da concludersi mediante un collocamento privato riservato a investitori qualificati italiani ed esteri, con esclusione di Stati Uniti, Canada, Giappone e Australia. L’aumento di capitale rappresenta un’opportunità che TerniEnergia S.p.A. intende cogliere nel presupposto che le condizioni di mercato permettano di poter ottenere un prezzo di emissione che esprima il valore e le potenzialità della società, con l’obiettivo di massimizzare il valore dell’investimento degli azionisti. L’operazione si innesta nel percorso di crescita che TerniEnergia ha seguito ininterrottamente sin dalla sua costituzione ed è pertanto finalizzata a:

– mettere la Società nelle condizioni patrimoniali e finanziarie ideali per accrescere e consolidare la sua posizione di preminenza nell’attività di realizzazione di impianti fotovoltaici di taglia industriale, anche attraverso acquisizioni di società operanti nel settore e rafforzare ulteriormente l’attività di power generation tramite la costituzione di nuove joint venture o l’ingresso in mercati esteri;

– accrescere la visibilità del titolo sul mercato consentendo l’ingresso nella compagine azionaria di investitori qualificati, anche al fine di incrementare il flottante e, conseguentemente, i volumi scambiati e la liquidità del titolo, nonché nel contempo aumentare la stabilità del titolo stesso;

– accentuare la natura della Società quale “public company” considerando che, nell’ipotesi di integrale sottoscrizione del deliberando aumento di capitale, il principale azionista, Terni Research S.p.A., vedrebbe la propria partecipazione nella Società, ad oggi pari al 67,38%, ridursi al di sotto del 50%;

– valorizzare al meglio le nuove azioni offerte attraverso i meccanismi propri della c.d. attività di bookbuilding, in funzione delle manifestazioni di interesse raccolte, della solidità delle proposte, della convenienza economica delle stesse e della qualità intrinseca degli investitori;

– cogliere tempestivamente le migliori condizioni che il mercato dovesse offrire, in considerazione soprattutto dell’attuale fase di elevata volatilità dei mercati finanziari, eliminando, pertanto, tramite un collocamento presso soli Investitori qualificati, i lunghi tempi tipicamente associati all’esercizio del diritto di opzione riservato ai soci.

Le risorse finanziarie raccolte con l’aumento di capitale verranno poste al servizio dello sviluppo industriale della Società e non saranno pertanto destinate alla riduzione né al mutamento della struttura dell’indebitamento finanziario. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato di proporre all’Assemblea dei soci di richiedere il passaggio delle azioni della società alla quotazione sul segmento STAR del Mercato Telematico Azionario, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. Il passaggio al segmento STAR risponde all’esigenza di accedere ad un mercato a maggiore capitalizzazione e liquidità, che permetterà alla Società di aumentare la propria capacità competitiva e la propria visibilità presso gli investitori istituzionali, anche a livello internazionale, ed ottenere un pieno apprezzamento del proprio valore economico. La partecipazione a tale segmento è subordinata al possesso dei requisiti ai sensi dell’art. 2.2.3 del Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana, principalmente in termini di dimensione, liquidità, trasparenza informativa, corporate governante (nominato il consigliere indipendente Paolo Ottone Migliavacca lead independent director), solidità economica.

Stefano Neri, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo, ha così dichiarato:

“La nostra società si è da sempre caratterizzata per la capacità di cogliere pienamente le opportunità di crescita e sviluppo del mercato di riferimento. Ha creato nel corso degli anni un modello di business che ha assicurato volumi e marginalità crescenti, superando gli obiettivi di volta in volta comunicati al mercato, mantenendo una struttura patrimoniale e finanziaria stabilmente in equilibrio. Grazie alla significativa crescita rispetto all’ultimo anno, che ha travolto le nostre aspettative, spingendoci a considerare non più attuali le stime del piano industriale presentato lo scorso novembre, l’operazione di aumento di capitale intende creare le condizioni ottimali per rafforzare la posizione di preminenza raggiunta sul mercato. Nel contempo, intendiamo favorire l’ingresso di investitori istituzionali. Sebbene il successo dell’aumento di capitale sociale potrebbe comportare una sensibile diminuzione della quota di controllo dell’azionista di riferimento, tale operazione è considerata quanto mai opportuna per sostenere la forte tendenza di crescita e cogliere appieno le opportunità offerte dal mercato fotovoltaico. In particolare, si ritiene che le forti potenzialità di sviluppo che tuttora permangono nel settore, sia in Italia sia all’estero, nonché la strategia di diversificazione in atto verso la power generation, pongano TerniEnergia nelle condizioni ottimali per poter accelerare il proprio percorso di crescita. La Società intende, infatti, realizzare in proprio e cedere impianti di taglia industriale già collegati alla rete e pienamente operanti. A completamento del progetto di sviluppo si inserisce la proposta all’Assemblea di approvare la richiesta per il passaggio della Società al segmento STAR, che ci permetterà di qualificarci tra le società italiane di eccellenza e di affermarci nel panorama industriale e finanziario internazionale, creando maggiore valore anche per gli attuali soci”.

TerniEnergia S.p.A. sarà assistita da BNP Paribas in qualità di Global Coordinator e Bookrunner nel collocamento delle azioni di nuova emissione, da EnVent, in qualità di advisor finanziario, nonché da Norton Rose, in qualità di consulente legale.

* * *

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato la Relazione Illustrativa di cui all’art. 72 del Regolamento Consob n. 11971/1999 e dell’art. 3 del Decreto Ministeriale n. 437/98 e conferito al Presidente del Consiglio di Amministrazione il mandato a convocare l’assemblea dei soci.

La documentazione richiesta dalla legge relativamente all’operazione sarà messa a disposizione del pubblico secondo le modalità e i termini previsti dalla normativa applicabile.

In considerazione del consolidamento e della crescita delle prospettive industriali della Società, il Consiglio di Amministrazione della TerniEnergia S.p.A. si è espresso favorevolmente sulla novazione parziale del contratto di Service con la controllante Terni Research S.p.A., avente ad oggetto la prestazione di servizi di locazione immobiliare, affari legali e societari, ICT. La decisione è stata assunta in conseguenza delle esigenze di ampliamento degli spazi produttivi, cogliendo l’opportunità di integrare in un unico sito, localizzato in Nera Montoro nel Comune di Narni, contraddistinto da una notevole tradizione produttiva e da rilevanti facilities di carattere infrastrutturale (capannoni, magazzini, stazione elettrica AT, immobili destinati ad uffici, collegamenti viari e ferroviari), le attività industriali e le unità direzionali.

Comunicato_05_07_10

Leave a Comment