Il CdA approva i risultati al 30 giugno 2015; Ricavi, Ebitda e utile in sensibile aumento, diminuisce ancora la PFN

Il CdA approva i risultati al 30 giugno 2015; Ricavi, Ebitda e utile in sensibile aumento, diminuisce ancora la PFN

2018-10-22T15:38:42+00:0031.07.2015|Comunicati Stampa|
  • Ricavi pari a Euro 151,3 milioni, (Euro 21,5 milioni al 30/06/2014)
  • EBITDA pari a Euro 10,8 milioni, +10% (Euro 9,8 milioni al 30/06/2014) con Ebitda Margin al 7,1%
  • EBIT pari a Euro 7,9 milioni, + 30% (Euro 6 milioni al 30/06/2014)
  • Utile Netto pari a Euro 1,5 milioni, +23% (Euro 1,2 milioni al 30/06/2014)
  • Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 101,5 milioni, di cui a breve Euro 14,3 milioni (Euro 108,2 milioni al 31/12/2014, di cui a breve Euro 18,3 milioni)
  • Patrimonio Netto pari a Euro 70,7 milioni (Euro 71,3 milioni al 31/12/2014)

Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, smart energy company attiva nei settori dell’energia da fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica, del waste e dell’energy management, quotata sul segmento Star di Borsa Italiana e parte del Gruppo Italeaf, ha approvato in data odierna la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015.

Stefano Neri, Presidente e Amministratore Delegato, ha così commentato:

“Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti e del miglioramento costante di tutti gli indicatori, perfettamente in linea con il piano industriale. Dal punto di vista dello sviluppo strategico, TerniEnergia ha accelerato sul cammino dell’internazionalizzazione in una fase in cui i dati del mercato mondiale delle rinnovabili e in particolar modo del fotovoltaico parlano di un’accelerazione della ripresa, con crescita a doppia cifra. Il Gruppo intende cogliere questa opportunità, rafforzando la propria attività di scouting e facendo leva sulle contingenze positive di molti mercati elettrici esteri. Nell’ambito dell’attività di energy management, grazie al completamento del processo di integrazione di New Gas Trade, TerniEnergia è pronta a valorizzare il trend evolutivo del mercato che in questa fase premia maggiormente l’attività commerciale e di servizio del settore del gas naturale e del gas naturale liquefatto rispetto a quello elettrico. Dal punto di vista finanziario, infine, va sottolineato la costante ottimizzazione del rapporto tra marginalità e PFN, con un andamento migliorativo che ci consente di essere confidenti di poter cogliere ulteriori progressi per la fine dell’anno”. 

 

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2015

I ricavi, pari a Euro 151,3 milioni, mostrano una crescita significativa rispetto al 30 Giugno 2014 (Euro 21,5 milioni). L’incremento è principalmente attribuibile al nuovo modello di business e organizzativo.

L’EBITDA si attesta a Euro 10,8 milioni in significativo incremento (+10%) rispetto al 30 Giugno 2014 (Euro 9,8 milioni). L’Ebitda Margin è pari al 7,1%, in diminuzione rispetto al 30/6/2014 per effetto della modifica del modello di business.

Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 7,9 milioni (Euro 6 milioni al 30 Giugno 2014, +30%), dopo ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni per Euro 2,9 milioni (Euro 3,7 milioni nello stesso periodo del 2014).

L’utile netto si attesta a Euro 1,5 milioni, rispetto a Euro 1,2 milioni al 30 Giugno 2014 (+23%).

La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 101,5 milioni (Euro 108 milioni al 31/12/2014). La Posizione Finanziaria Netta non corrente è pari a Euro 87,2 milioni, mentre la Posizione Finanziaria Netta a breve è pari a Euro 14,3 milioni. Il rapporto PFN/Patrimonio Netto migliora a 1,44x rispetto a 1,52x al 31/12/2014, in linea con le attese del piano industriale.

Il Patrimonio Netto è pari a Euro 70,7 milioni in diminuzione del 1% (Euro 71,3 milioni al 31/12/2014), mentre il Capitale Immobilizzato si attesta a Euro 150,6 milioni, di cui Euro 92,3 milioni riferiti a immobilizzazioni materiali.

 

RISULTATI INDUSTRIALI AL 30 GIUGNO 2015

Lo stato di avanzamento dei lavori dei due cantieri “giant” attivi in Sudafrica (impianti fotovoltaici della potenza complessiva di 148,5 MWp per conto di una primaria utility italiana) è in linea con il cronoprogramma previsto dai contratti definitivi di EPC (engineering, procurement and construction) e O&M (operation and maintenance). Il numero complessivo di impianti fotovoltaici costruiti da TerniEnergia dall’inizio dell’attività è pari a 273, con una capacità cumulata di circa 284,1 MWp (di cui 15,8 MWp detenuti al 100% dalla Società e 22,8 MWp in joint venture, destinate all’attività di Power Generation). Inoltre, risultano allacciati alla rete impianti a biomasse per complessivi 1,5 MWe e 2 MWt. La produzione complessiva di energia degli impianti in full ownership e in Joint Venture per l’attività di power generation, è stata pari a circa 33,11 milioni di kWh. Nel settore ambientale sono operativi gli impianti di trattamento e recupero degli pneumatici fuori uso (PFU), di biodigestione e compostaggio GreenAsm e, infine, di depurazione delle acque di falda di Nera Montoro. Nel periodo il Gruppo Free Energia ha gestito 700 GWh di energia per clienti energivori. Il gruppo ha realizzato interventi di efficienza energetica illuminotecnica di scala industriale per circa 5.200 punti luce e un risparmio atteso del 68% e un delta di risparmio energetico di circa 16,43 milioni di kWh..

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO

Via libera dal CDA per l’acquisizione della restante quota del capitale di New Gas Trade Srl detenuta da Intermonte Holding Sim

In a 9 Luglio 2015, il Consiglio di amministrazione di TerniEnergia ha deliberato l’acquisizione della restante quota del 15% del capitale sociale della società New Gas Trade Srl (NGT) detenuta da Intermonte Holding SIM, società regolamentata MiFID. Il prezzo della cessione delle quote societarie è stato convenuto fra le parti in Euro 49 mila e il pagamento da parte di TerniEnergia è avvenuto per cassa.

TerniEnergia entra in RES4MED, prestigioso newtwork internazionale

In data 16 Luglio 2015, TerniEnergia è entrata nel network RES4MED come Socio Ordinario. Il nuovo membro rafforzerà la missione di RES4MED, proponendo soluzioni nelle energie rinnovabili e nell’efficienza energetica per soddisfare le esigenze locali.

Inaugurato il nuovo impianto PFU di Borgo Val di Taro

In data 21 Luglio 2015, TerniEnergia ha inaugurato il proprio secondo impianto per il trattamento e il recupero di pneumatici fuori uso (PFU), situato nel Comune di Borgo Val di Taro (Parma). L’impianto ha una capacità di trattamento di 26.400 tonnellate/anno. Bonificata e rifunzionalizzata un’area industriale di circa 10.000 metri quadrati, 2.000 dei quali coperti. Investimento complessivo di Euro 5,5 milioni. Con i due impianti di Nera Montoro (TR) e Borgo Val di Taro (PR) TerniEnergia si candida a raggiungere una capacità di trattamento pari a circa il 20% del fabbisogno nazionale.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

TerniEnergia sta proseguendo nello sviluppo della strategia per l’anno 2015, contenuta nel piano industriale “Fast on the smart energy road”. In particolare, si incrementa il contributo dalle commesse nel settore fotovoltaico già acquisite e in via di acquisizione all’estero, anche a seguito del rispetto del cronoprogramma previsto nei contratti definitivi. La società intende inoltre sfruttare il contesto internazionale estremamente positivo per il settore, con i dati che portano a prevedere un rafforzamento della ripresa nel 2015. Le analisi dei principali istituti finanziari internazionali, inoltre, sottolineano l’impatto trascurabile che il prezzo del greggio ha su molti mercati elettrici e segnala come la perdita di valore delle azioni di alcune aziende del solare, avvenute in queste settimane a seguito del crollo del petrolio, potrebbero essere “un interessante entry point per gli investitori”. In questa direzione, sono in corso attività di scouting e analisi del mercato per lo sviluppo di possibili partnership nel settore EPC fotovoltaico, al fine di valutare la possibilità di dare vita a una piattaforma industriale “leader italiana” per il conseguimento di grandi commesse all’estero.

Inoltre, coerentemente agli obiettivi strategici già dichiarati in fase di presentazione del Piano industriale, TerniEnergia ha completato la piena integrazione nel Gruppo di Lucos Alternative Energies, avviando e consolidando l’attività della Business Line “Energy saving”, dalla quale sono attesi contratti per importanti interventi di risparmio energetico da realizzare nel corso dell’esercizio per primari operatori industriali.

Analoga prospettiva è attesa dall’ingresso nel mercato del gas naturale e gas naturale liquefatto, grazie al completamento dell’acquisizione di New Gas Trade e alla piena integrazione nella Businesss Line “Energy Management”, attraverso l’accesso al mercato dual fuel per clienti industriali.

TerniEnergia, inoltre, proseguità la sua attività di ricerca delle migliori opportunità per l’ingresso nel settore dello sviluppo e produzione industriale di soluzioni e tecnologie smart per l’efficienza energetica e il cleantech.

La Società proseguirà il processo di rafforzamento del perimetro degli asset ambientali, avviando l’attività del nuovo impianto per il trattamento e il recupero di “materia prima seconda” di pneumatici fuori uso (PFU), recentemente inaugurato nel Nord Italia. Infine, sarà completato il nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti fluidi industriali a Nera Montoro (TR), che ha scontato la fase autorizzativa, che consentirà di intercettare una consistente domanda (58.000 metri/cubi anno) in un segmento di mercato ad alta componente tecnologica e con elevate prospettive di crescita.

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Paolo Allegretti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Condividi con un amico

Hi, this may be interesting you: Il CdA approva i risultati al 30 giugno 2015; Ricavi, Ebitda e utile in sensibile aumento, diminuisce ancora la PFN! This is the link: https://www.ternienergia.com/il-cda-approva-i-risultati-al-30-giugno-2015-ricavi-ebitda-e-utile-in-sensibile-aumento-diminuisce-ancora-la-pfn/

Utilizziamo i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito, per acconsentire clicca sul bottone o continua la navigazione facendo scorrere la pagina. Per saperne di più leggi la nostra cookie policy.