Il CdA approva i risultati al 30 giugno 2016; in crescita l’Ebitda margin e l’EBT, diminuisce la PFN

Il CdA approva i risultati al 30 giugno 2016; in crescita l’Ebitda margin e l’EBT, diminuisce la PFN

2018-10-18T17:33:09+00:0029.07.2016|Comunicati Stampa|
  • Ricavi pari a Euro 50,5 milioni, -67% (Euro 151,3 milioni al 30/06/2015)
  • EBITDA pari a Euro 9,5 milioni, -11,5% (Euro 10,8 milioni al 30/06/2015) con Ebitda Margin al 18,8% (7,10% al 30/06/2015)
  • EBIT pari a Euro 5,9 milioni, -24% (Euro 7,9 milioni al 30/06/2015)
  • Utile ante imposte (EBT) pari a Euro 3 milioni, +9,7 (Euro 2,7 milioni al 30/06/2015)
  • Utile Netto pari a 1,1 milioni, -25,4% (Euro 1,5 milioni al 30/06/2015)
  • Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 79,4 milioni, di cui a breve positiva per Euro 0,9 milioni (Euro 87,4 milioni al 31/12/2015, di cui a breve Euro 8 milioni)
  • Patrimonio Netto pari a Euro 54,6 milioni (Euro 55,8 milioni al 31/12/2015)

Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, smart energy company attiva nei settori dell’energia da fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica, del waste e dell’energy management, quotata sul segmento Star di Borsa Italiana e parte del Gruppo Italeaf, ha approvato in data odierna la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2016.

 

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2016

I ricavi, pari a Euro 50,5 milioni, evidenziano il contributo dei due cantieri giant in Sudafrica, collegati alla rete e prossimi ormai al completamento, attraverso due contratti di EPC. Il confronto con il primo semestre 2015 (Euro 151,3 milioni; -67%), è attribuibile alla consistente contrazione dell’attività di energy management conseguente all’uscita dal perimetro di consolidamento di Free Energia, nelle more della conclusione dell’iter di fusione di TerniEnergia Gas & Power in TerniEnergia e dell’acquisizione di una società target operante nel medesimo settore (come già indicato nelle linee strategiche del Gruppo), al fine di non modificare sostanzialmente il modello di business.

L’EBITDA si attesta a Euro 9,5 milioni in diminuzione (-11,5%) rispetto al 30 Giugno 2016 (Euro 10,7 milioni), ma proporzionalmente in sensibile aumento rispetto ai ricavi. Una evoluzione confermata dall’Ebitda Margin, pari al 18,8% (7,10% al 30/6/2015) in crescita per effetto dell’incidenza dei risultati delle linee di business a più alto valore aggiunto.

Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 5,9 milioni (Euro 7,9 milioni al 30 Giugno 2015, -24%), dopo ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni per Euro 3,6 milioni (Euro 2,9 milioni nello stesso periodo del 2015) derivanti, da un lato, dalle svalutazioni di partecipazioni non-core rilevate nel primo semestre 2016 per Euro 1,1 milioni, e, dall’altro, dei minori ammortamenti riconducibili al minor numero di impianti fotovoltaici detenuti in piena proprietà dal Gruppo.

L’utile ante imposte (EBT) è pari a Euro 3 milioni e cresce del 9,7% rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio (Euro 2,7 milioni al 30 Giugno 2015).

L’utile netto si attesta a Euro 1,1 milioni e include la quota di risultato dall’attività delle JV, rispetto a Euro 1,5 milioni al 30 Giugno 2015 (-25,4%).

La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 79,4 milioni (Euro 87,4 milioni al 31/12/2015). La Posizione Finanziaria Netta non corrente è pari a Euro 80,3 milioni, mentre la Posizione Finanziaria Netta a breve è positiva per Euro 0,9 milioni. Il rapporto PFN/Patrimonio Netto migliora in maniera sensibile a 1,45x rispetto a 1,56x al 31/12/2015.

Il Patrimonio Netto è pari a Euro 54,6 milioni (Euro 55,8 milioni al 31/12/2015), e tiene conto anche delle azioni proprie detenute in portafoglio, che ammontano a n° 4.012.998 (9,10% del capitale sociale). Il Capitale Immobilizzato si attesta a Euro 125,8 milioni, di cui Euro 83,2 milioni riferiti a immobilizzazioni materiali.

 

RISULTATI INDUSTRIALI AL 30 GIUGNO 2016

Il numero complessivo di impianti fotovoltaici costruiti da TerniEnergia dall’inizio dell’attività è pari a 274, con una capacità cumulata di circa 366,6 MWp (di cui 13,2 MWp detenuti al 100% dalla Società e 30 MWp in joint venture, destinati all’attività di Power Generation). Inoltre, risultano allacciati alla rete impianti a biomasse per complessivi 1,5 MWe e 2 MWt. La produzione complessiva di energia degli impianti in full ownership e in Joint Venture per l’attività di power generation, è stata pari a circa 30,85 milioni di kWh. Nel settore ambientale sono operativi gli impianti di trattamento e recupero degli pneumatici fuori uso (PFU) di Nera Montoro e Borgo Val di Taro, di biodigestione e compostaggio GreenAsm e, infine, di depurazione delle acque di falda di Nera Montoro. TerniEnergia Gas&Power ha gestito circa 14.200.000 di Standard metri cubi di gas equivalenti a 150.250 MWh. Nel corso del periodo ha avviato i lavori di efficienza energetica illuminotecnica di scala industriale per un primario gruppo cementiero. Il gruppo ha realizzato interventi per circa 5.150 punti luce con un risparmio atteso superiore di 9,76 milioni di kWh e 1.842 TEP.

 

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO

TERNIENERGIA E SUSI ENERGY EFFICIENCY FUND SOTTOSCRIVONO ACCORDO PER LA CESSIONE DI CREDITI PER 1,2 MILIONI DI EURO

In data 8 Luglio 2016, TerniEnergia e una società di cartolarizzazione controllata da Susi Partners AG, gestore del SUSI Energy Efficiency Fund, hanno sottoscritto un accordo per la cessione pro-soluto di crediti per circa Euro 1,2 milioni, pagati per cassa, riferiti ad attività di efficienza energetica illuminotecnica realizzati da TerniEnergia. L’accordo di cessione del portafoglio crediti è condizionato al verificarsi, entro il 3 settembre 2016, di alcune condizioni sospensive tra cui la finalizzazione e sottoscrizione di tutti i documenti relativi all’operazione da parte degli Istituti di credito precedenti finanziatori dei progetti di ESCo.

ALLEANZA TRA TERNIENERGIA E ROMA GAS & POWER PER RISPONDERE ALLA DOMANDA CRESCENTE DI EFFICIENZA ENERGETICA DEL SETTORE CORPORATE E DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

In data 21 Luglio 2016, TerniEnergia e Roma Gas & Power (RGP), tra i maggiori player nazionali privati nel settore dell’energy management, verticalmente integrato nel settore del gas e dell’energia elettrica, presente su tutti i più importanti Hub europei, hanno sottoscritto un accordo quadro biennale ad ampio spettro per collaborare su progetti di efficienza energetica in ambito corporate, industriale e per la pubblica amministrazione in Italia. Attraverso l’operazione le due Società intendono sviluppare nuove opportunità di integrazione dell’offerta rivolta a clienti energivori, coprendo l’intera catena del valore. Roma Gas & Power e TerniEnergia, ciascuna per le proprie competenze, condivideranno e metteranno a sistema il rispettivo know how per presentare soluzioni innovative a grandi industrie, piccole e medie imprese e amministrazioni pubbliche. L’accordo quadro riguarderà lo sviluppo di progetti, il cross selling commerciale, le modalità di audit energetico, la supply chain, le opzioni tecnologiche, l’attivazione di strumenti finanziari innovativi

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

TerniEnergia, come annunciato nelle linee di sviluppo strategico e in vari comunicati stampa, ha sviluppato un’attività di scouting al fine di utilizzare il portafoglio di azioni proprie come corrispettivo nell’ambito di operazioni straordinarie per la conclusione di alleanze e integrazioni industriali o strategiche. Tale processo si è concluso con l’individuazione di due società-target nel settore digital energy, mentre è ancora in corso per quanto riguarda una società nel settore energy management. Includendo, di conseguenza, nel prossimo semestre i potenziali effetti del perfezionamento degli accordi per l’acquisizione di quote di controllo di Softeco-Sismat Srl e Selesoft Consulting Srl[1] (il cui contributo si concretizzerà sostanzialmente nel quarto trimestre dell’anno), nel settore smart energy, e di una società target già individuata nel settore energy management, è ragionevole stimare per l’esercizio corrente un significativo apporto ai ricavi già a partire dal secondo semestre 2016 e un rilevante riposizionamento strategico di TerniEnergia.

In particolare, il Gruppo intende concretizzare l’ingresso nel settore dei servizi e dello sviluppo e produzione industriale di soluzioni e tecnologie smart per la trasmissione e la distribuzione dell’energia (smart grid), la gestione flessibile e puntuale della produzione e del consumo energetico, l’efficienza energetica, la gestione delle energie rinnovabili e le cleantech (isole energetiche). L’operazione con target Softeco-Sismat e Selesoft Consulting consentirà di integrare le attività nelle rinnovabili, nell’efficienza energetica e nell’energy management con sistemi e soluzioni innovative e ad alto valore aggiunto, che consentano di introdurre nella filiera nuove tecnologie in grado di fare da ponte tra i business industriali e “fisici” e quelli digitali e “virtuali”.

Analogamente, l’operazione di integrazione prevista nel settore Gas&Power, consentirà di rafforzare la Business Line “Energy Management”, valorizzando la power generation da impianti da fonti rinnovabili e generando un ampio bouquet di offerte e servizi strategici per perseguire l’affermazione sul mercato dual fuel per clienti industriali e pubbliche amministrazioni.

Nel settore Technical services, il Gruppo sta consolidando le attività commerciali per lo sviluppo di nuovi progetti e per la partecipazione a nuove gare internazionali come “EPC contractor” per grandi utility o investitori di primario livello. In particolare, è prevista nella seconda metà dell’anno l’apertura di un cantiere in Zambia per la realizzazione di un impianto fotovoltaico di taglia industriale della potenza complessiva di 34 MWp, per conto di una primaria utility. TerniEnergia punta, inoltre, a sviluppare nuove opportunità di crescita in paesi con un ampio potenziale di sviluppo, con l’obiettivo di consolidare la propria presenza internazionale, in un’ottica di diversificazione geografica e massimizzazione del valore creato con la strategia di internazionalizzazione. In particolare, nel settore degli impianti fotovoltaici, sono in corso attività propedeutiche al conseguimento di importanti commesse in Paesi emergenti target caratterizzati da abbondanti risorse rinnovabili, stabilità del sistema regolatorio ed elevata crescita economica. In questo contesto, sono in corso di finalizzazione le trattative per la realizzazione di un nuovo impianto fotovoltaico “giant” con la formula EPC (engineering, procurement and construction) in Sudafrica, di taglia assimilabile ai due già recentemente connessi alla rete.

Inoltre, TerniEnergia intende rafforzare l’attività della Business Line “Energy Saving”. Tale obiettivo, perseguito attraverso il progetto “HUB”, formula operativa per sbloccare il mercato dell’efficienza energetica industriale attraverso la formula del “finanziamento tramite terzi” in Italia, vedrà interessanti prospettive di crescita dagli accordi di partnership finanziaria e commerciale sottoscritti rispettivamente con fondi di investimento e con operatori del settore dell’energy management, per attività di cross-selling.

Nell’ambito dell’attività della business line “Cleantech”, nella seconda metà dell’anno verrà valutata la decisione di procedere alla eventuale vendita degli asset, secondo modalità operative da definire, coerentemente con la scelta strategica di focalizzazione sul business smart energy, derivante dall’atteso esito positivo dell’integrazione delle società-target.

 

ALTRE DELIBERE DEL CDA

Il Consiglio di Amministrazione, conseguentemente all’entrata in vigore del Regolamento UE n. 596/2014 (“Market Abuse Regulation”) e delle relative disposizioni applicative, ha inoltre approvato l’adeguamento della “Procedura per la tenuta e l’aggiornamento del Registro delle persone che hanno accesso ad Informazioni Privilegiate” e la nuova  “Procedura per la  gestione interna e la comunicazione all’esterno delle Informazioni Privilegiate”. Tali Procedure  saranno  rese disponibili  sul sito internet della Società nella sezione Investor Relations (www.ternienergia.com) nonché presso il meccanismo di stoccaggio centralizzato “1INFO” (www.1info.it).

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Paolo Allegretti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

[1] Il contenuto del Memorandum of Understanding relativo alle “Società target” sottoscritti e la descrizione del business delle stesse, sarà oggetto di separato comunicato stampa.

Condividi con un amico

Hi, this may be interesting you: Il CdA approva i risultati al 30 giugno 2016; in crescita l’Ebitda margin e l’EBT, diminuisce la PFN! This is the link: https://www.ternienergia.com/il-cda-approva-i-risultati-al-30-giugno-2016-in-crescita-lebitda-margin-e-lebt-diminuisce-la-pfn/

Utilizziamo i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito, per acconsentire clicca sul bottone o continua la navigazione facendo scorrere la pagina. Per saperne di più leggi la nostra cookie policy.